Conclusione Progetto 31 – Istruzione in Omdurman

Con il versamento di 400€ si chiude il Progetto 31 Istruzione in Omdurman.

Riceviamo da Suor Maria Rosa il ringraziamento delle consorelle comboniane che seguono il progetto in Sudan.

“Carissima Maria Rosa,

Con grande gioia ho letto tua mail dove mi comunichi il bonifico fatto dalla vostra associazione per la nostra scuola di Omdurman in Sudan. Ho inoltrato copia di questo bonifico a Sr. Rosangela Boschi, la superiora provinciale. Di cuore vi ringraziamo per la vostra generosità, questa ci fa vedere che nel mondo si fa ancora tanto bene anche se solo il male riceve pubblicitá.

Le nostre bambine vengono da durissime realtá dove l’egoismo e il male (guerra) hanno lasciato impronte profonde e difficile da guarire. Ma ricevere dei gesti generosi li fa riacquistare la fiducia nell’essere umano.

Cara Maria Rosa ti prego di ringraziare ognuna delle persone che formano parte dellAssociazione e un grazie grande anche a te che ci fai da ambasciatrice e ponte per rendere possibile lo stabilire un legame tra Europa e Africa tramite l’educazione.

Un abbraccio e vi assicuro la nostra preghiera.”

Sr. Ysabel Paredes e sorelle comboniane

Progetto 31 – Sudan – Omdurman

Istruzione in Omdurman

Lancio: Dicembre 2017

Ultimazione: Dicembre 2018

Obiettivo raccolta: € 1.500

Contributi assegnati: € 1.500

Il progetto “Istruzione in Omdurman” nasce dalla proposta di Suor Maria Rosa Venturelli fatta durante il suo intervento all’assemblea AUPAT lo scorso maggio 2017. In quella occasione, Suor Maria Rosa ci ha sottolineato che “favorire la cultura è far crescere la dignità di un popolo nel vivere i valori umani e cristiani della libertà, della giustizia, della dignità umana”.

Il progetto si realizza in Omdurman nella periferia di Khartoum ed è nato e gestito dall’impegno delle suore Comboniane presso la loro scuola femminile.

La finalità del progetto è aiutare le famiglie povere che non hanno il denaro per inviare le loro figlie a scuola. A causa della guerra nel Sud Sudan, infatti, molte famiglie cristiane stanno scappando verso il Nord, cercando una integrazione nella scuola cristiana per i loro figli. Alla sfida educativa si aggiunge anche il compito ancora più alto che è quello dell’integrazione e convivenza religiosa.

Il valore del progetto permetterà il sostegno parziale o totale di alcune famiglie (si ipotizza dalle 15 alle 20) che sarà utilizzato per coprire le spese di istruzione scolastica.

Referente del progetto: Suor Maria Rosa Venturelli, missionaria comboniana.