Progetto 19 – Haiti

Acquisto e spedizione di un prefabbricato

Lancio 12/10/2010
Ultimazione 14/03/2011
Obiettivo raccolta euro 4.500
Contributi assegnati euro 4.500

Dopo il devastante terremoto che ha colpito Haiti (12 gennaio 2010) la Comunità CMB (COMUNITÀ DELLA MISSIONE DI DON BOSCO) è stata invitata dai Salesiani ad intervenire per l’emergenza in quella nazione.
Una prima missione esplorativa è stata organizzata dal 28 febbraio al 7 marzo.
La prima fase del progetto ha come obiettivo il sostegno al lavoro dei salesiani presso il campo terremotati nel villaggio di Thorland, periferia della capitale Port-Au-Prince (12000 persone) e a Cap-Haitienne (nord di Haiti).
Da metà luglio fino alla fine di ottobre ci sarà l’invio di una serie di persone per l’aiuto richiesto. Il primo gruppo partirà il 7 luglio; gli altri si succederanno fino a fine novembre.
In una seconda fase è prevista l’apertura di una casa di accoglienza per bambini della strada.
Una prima struttura in prefabbricato in capitale presso l’opera ENAM dei Salesiani, è prevista per la fine di luglio 2010 per ospitare i volontari CMB e come primo riferimento per le relative attività.
Nella seconda fase della presenza sarà necessario acquistare un terreno dove si dovrà costruire la casa dei missionari laici e dei bambini accolti.
In sintesi i punti dell’azione educativa della CMB in Haiti sono dunque:
– attività di aiuto al campo terremotati di Thorland a fianco dei salesiani e la presenza in appoggio educativo presso le case salesiane di Cap-Haitienne e Fort Liberté nel nord di Haiti (fino alla fine di novembre);
– casa di accoglienza a Port-Au-prince
– spedizioni di missionari laici per tempi brevi (1 mese), medi (3-6 mesi), lunghi (> di 8 mesi).
La nostra Associazione ha deciso di partecipare con un contributo complessivo di 4.500 euro a copertura parziale del progetto di acquisto e di spedizione di un prefabbricato per l’ospitalità dei volontari della CMB che scenderanno in Haiti per un lavoro di animazione giovanile e di accoglienza di bambine della strada.

Il Comitato Esecutivo ha deciso di finanziare il suddetto progetto, con un impegno-obiettivo di 4.500 €.

Progetto 18 – Luau

Solidarietà Alimentare

Lancio 10/02/2010
Ultimazione 12/10/2010
Obiettivo raccolta euro 4.500
Contributi assegnati euro 4.500

L’obiettivo del progetto è quello di sostenere una scuola primaria (elementare) situata a Luau, nella provincia del Moxico, in Angola.
Luau é un piccolo villaggio di circa 10.000 abitanti che si trova a 12 Km dal confine congolese in un bellissimo altipiano a 1000 metri di altitudine. La popolazione locale vive in grande povertà, non solo economicamente parlando. La presenza di questa scuola elementare – Escolinha Santa Teresinha (s. Teresa di Lisieux) – è una vera benedizione per questi bambini, sia per l’esigente livello di insegnamento sia per la presenza attenta e dedicata delle Suore Francescane dell’Ospitalità oltre all’appoggio dei Padri Dehoniani.
La scuola accoglierà quest’anno 5 classi: 4 classi di seconda elementare e una di prima elementare (di circa 30 bimbi ciascuna). Lunedí 8 febbraio 2010 cominceranno le lezioni e il totale degli iscritti è di 165 “polpettini”, tutti tra i 5 e gli 8 anni.
La scuola per fare fronte alla malnutrizione endemica si fa carico di distribuire a metà mattinata anche una merenda: due volte alla settimana pane, oppure una pappa di farina di granoturco o di riso dolce e zucchero.
La spesa per ogni refezione si aggira attorno ai 20 Kwanza a testa al giorno (circa 15 centesimi di Euro).
Moltiplicando questa cifra per i 165 bambini e per i 5 giorni di scuola alla settimana l’ammontare attinge i: 20 x 165 x 5 = 16500 Kz/settimana. Il totale sale a 577500 Kz/anno (equivalente a 4440 €/anno) considerando le 35 settimane effettive di lezioni.
Speranzosi nella vostra generosità e condivisione di questo progetto vi ringraziamo anticipatamente.

Il Comitato Esecutivo ha deciso di finanziare il suddetto progetto, con un impegno-obiettivo di 4.500 €

Referente in loco:P. Francesco Corposanto