Progetto 21 – Nadal

Acquisto attrezzature per laboratorio informatico

Lancio 14/03/2011
Ultimazione 22/07/2012.
Obiettivo raccolta euro 3.500
Contributi assegnati euro 3.500

Accogliamo la richiesta di P.Giacomo Begni che opera nella comunità Salesiana di Nadal (vedi lettera trimestrale 40):
Vorremmo ampliare il corso di informática, il piú richiesto dai giovani e che permette un piú facile inserimento nel mondo del lavoro, ma al presente manca parte dei computer, una stampante e un hack di sicurezza per completare il laboratório di informática e per svolgere con profitto il corso di inclusione digitale.Per questo, stiamo lanciando il nostro SOS per ricomporre dignitosamente le nostre attivitá professionali e formative, con il supporto delle necessarie attrezzature. Siamo giá riusciti, con l’aiuto di persone generose, ad acquistarne buona parte (panetteria, laboratório di taglio e cucito, cucina, data show, tavoli, sedie).Attualmente su un computer stanno lavorando allo stesso tempo due alunni!È ovvio che questa situazione precária non sia la migliore per un apprendimento adeguato, con conseguente fragilizzazione professionale e rischio per un futuro impiego.La nostra richiesta pertanto si orienta verso questa esigenza, chiedendovi di aiutarci nel completamento del laboratório di informática, mediante un contributo per l’acquisto di sette computer, una stampante e un hack. Il preventivo che abbiamo scelto fra le varie proposte pervenuteci é quello piú economico e che, allo stesso tempo, risponde alle nostre esigenze tecnico/didattiche.Il valore totale é di Euro 3485,00 (Reais 7841,25, con cambio in 2,25 Reais per 1 Euro).
Il nostro progetto è quello di contribuire alla realizzazione del laboratorio informatico, per un contributo totale di 3.500 euro.

Referente in loco:P. Giacomo Begni

Progetto 19 – Haiti

Acquisto e spedizione di un prefabbricato

Lancio 12/10/2010
Ultimazione 14/03/2011
Obiettivo raccolta euro 4.500
Contributi assegnati euro 4.500

Dopo il devastante terremoto che ha colpito Haiti (12 gennaio 2010) la Comunità CMB (COMUNITÀ DELLA MISSIONE DI DON BOSCO) è stata invitata dai Salesiani ad intervenire per l’emergenza in quella nazione.
Una prima missione esplorativa è stata organizzata dal 28 febbraio al 7 marzo.
La prima fase del progetto ha come obiettivo il sostegno al lavoro dei salesiani presso il campo terremotati nel villaggio di Thorland, periferia della capitale Port-Au-Prince (12000 persone) e a Cap-Haitienne (nord di Haiti).
Da metà luglio fino alla fine di ottobre ci sarà l’invio di una serie di persone per l’aiuto richiesto. Il primo gruppo partirà il 7 luglio; gli altri si succederanno fino a fine novembre.
In una seconda fase è prevista l’apertura di una casa di accoglienza per bambini della strada.
Una prima struttura in prefabbricato in capitale presso l’opera ENAM dei Salesiani, è prevista per la fine di luglio 2010 per ospitare i volontari CMB e come primo riferimento per le relative attività.
Nella seconda fase della presenza sarà necessario acquistare un terreno dove si dovrà costruire la casa dei missionari laici e dei bambini accolti.
In sintesi i punti dell’azione educativa della CMB in Haiti sono dunque:
– attività di aiuto al campo terremotati di Thorland a fianco dei salesiani e la presenza in appoggio educativo presso le case salesiane di Cap-Haitienne e Fort Liberté nel nord di Haiti (fino alla fine di novembre);
– casa di accoglienza a Port-Au-prince
– spedizioni di missionari laici per tempi brevi (1 mese), medi (3-6 mesi), lunghi (> di 8 mesi).
La nostra Associazione ha deciso di partecipare con un contributo complessivo di 4.500 euro a copertura parziale del progetto di acquisto e di spedizione di un prefabbricato per l’ospitalità dei volontari della CMB che scenderanno in Haiti per un lavoro di animazione giovanile e di accoglienza di bambine della strada.

Il Comitato Esecutivo ha deciso di finanziare il suddetto progetto, con un impegno-obiettivo di 4.500 €.